Segnala a Zazoom - Blog Directory

Sarcofago di notevoli dimensioni ritrovato ad Alessandria

Nuova, straordinaria scoperta ad Alessandria d’Egitto: un sarcofago di granito nero, di grandi dimensioni, ritrovato nel corso di lavori edili

L’Archeologia ci offre di continuo antiche vestigia e testimonianze di un passato molto spesso incomprensibile, avvolto dal velo del #mistero. Un velo difficile da squarciare, ma che sollecita l’immaginario collettivo. Ancora una volta l’Egitto ci presenta una testimonianza o forse un enigma. Un sarcofago enorme, in granito nero, è riaffiorato infatti ad Alessandria, nel corso di lavori edili.  E’ Forse il più grande mai scoperto in città (altezza: 185, lunghezza: 265, larghezza: 165 cm).

Il sarcofago misterioso
Il sarcofago misterioso

Inoltre  è presente  uno strato di malta tra il coperchio e il corpo della bara. E  ciò  fa pensare che non sia stata ancora aperta e che contenga i resti del defunto, forse ritratto nella testa in alabastro ritrovata nella tomba. Questa sarebbe  di età tolemaica (332-30 a.C.) ed è stata trovata nello scavo delle fondazioni di un nuovo palazzo nel quartiere di Sidi Gaber, a pochissimi chilometri dalla Bibliotheca Alexandrina. 

Le dimensioni del sarcofago fanno supporre che si tratti   di un uomo di incredibile altezza. Eccessiva per l’epoca, ma anche per i nostri giorni.

Torna  così l’enigma di sempre sull’origine di questa antichissima #civiltà, che sfida il tempo e ci parla di un mondo ignoto, fatto di simboli e monumenti che travalicano l’umano.

Una civiltà che sembra provenire da altri mondi e manifestare la forza di interventi #alieni.

Il mistero delle piramidi, il loro fascino, perso nelle notti stellate di una realtà eterna, ci avvolge, proiettandoci in alto, verso un nuovo orizzonte. Ancora infatti ci si interroga sulle modalità con cui esse sono state costruite. 

Le ipotesi sono tante, ma le dimensioni di quei blocchi ( tutti perfettamente squadrati e tutti perfettamente allinneati) sfidano la scienza. E inducono a guardare  al di là del tempo e dello spazio, verso altri mondi o altri pianeti.

Il ritrovamento di questo gigantesco sarcofago concorre forse al superamento di quel limite che è la  conoscenza stessa.

#IrmaSaracino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: