Domenica di terrore a Parigi

domenica di terrore a Parigi

Un uomo, armato di #coltello, nella tarda serata di ieri, domenica 9 settembre, ha ferito sette passanti. Si indaga sulle cause.

Scorre ancora il sangue per le vie di #Parigi e la paura torna. Paura dell’imprevedibile, paura che anche una domenica qualunque, come quella di ieri, tipicamente parigina, possa trasformarsi in un giorno da incubo.

La dinamica si ripete, secondo un copione ormai tristemente noto e forse frutto anche dell’emulazione: aggressione col #coltello: un’arma banale, facilmente reperibile. Un’arma che fa leva sull’elemento sorpresa e può divenire altamente lesiva.

domenica di sangue a Parigi

Polizia francese

E il bilancio delle vittime di queste aggressioni improvvise sale. Passanti inconsapevoli, animati dalla voglia di vivere della movida parigina, trasformati in vittime da un carnefice sconosciuto, spinto dalla brama  di colpire, di uccidere.

L’aggressione

Erano le 22,45 circa di ieri, domenica 9 settembre, quando un uomo, lungo il Quai de Loire, nel diciannovesimo arrondissement di #Parigi (zona centrale della Capitale francese) si è avventato sulle persone che passavano in quel momento.

Secondo le notizie date dal quotidiano francese Le Parisien, i feriti sarebbero sette e alcuni in gravi condizioni, ma per fortuna non in pericolo di vita L’aggressore è stato fermato. E, al momento, nulla permette di dire che si tratti di un attacco terroristico.

Domenica di terrore

Sempre secondo quanto scrive Le Parisien, l’aggressore avrebbe pugnalato in un primo tempo tre persone nei pressi del cinema Mk2, una delle più importanti sale cinematografiche di questo quartiere del nord di Parigi, particolarmente frequentato dai giovani. A quel punto, tre uomini che giocavano a bocce nei pressi del cinema –  frequentatissimo, soprattutto nei fine settimana – avrebbero tentato di fermarlo.

Uno di loro addirittura sarebbe  riuscito a colpirlo con una boccia, ma senza   bloccarlo. L’individuo si sarebbe quindi avviato su rue Henri Nogueres, nelle adiacenze   del Quai de Loire, dove, ancora indisturbato, avrebbe attaccato due turisti inglesi, di cui uno ferito al torace.
Successivamente avrebbe colpito alla testa un’altra delle sue vittime.

Un bel bilancio per un uomo, di origini afgane, che ha agito da solo e che ha percorso un buon tratto delle centralissime vie della Capitale, seminando il #terrore e lasciando una scia di sangue che ha macchiato le strade, ma anche il cuore della splendida #Parigi.

#IrmaSaracino