Fine del mondo vicina? nato il vitello rosso

Sembra avverarsi un’oscura #profezia biblica. La nascita di un vitello rosso in Israele è il presagio della fine del mondo e della venuta del Messia.

Oscuri #presagi e antiche profezie, presenti nella #Bibbia, tornano alla ribalta . E Il popolo eletto torna a sperare  nella venuta del Messia, che, in concomitanza della nascita di un vitello rosso, avvenuta lo scorso 4 settembre in Israele, sarebbe nato il sabato successivo. Una nascita che annuncerebbe anche l’imminente fine del mondo!

L’annuncio, di sapore apocalittico, è stato dato dal Temple Institute, che ha pubblicato su YouTube un video del giovane esemplare.

 

La nascita del vitello rosso «porta la promessa di ripristinare la purezza biblica nel mondo», secondo quanto riportato dai testi  sacri.

La #profezia biblica

Ancorata a un linguaggio oscuro, di sapore cabalistico, l’antica #profezia compare nel diciannovesimo capitolo del libro dei numeri e ci dice   che la nascita e il sacrificio di questo animale precede la costruzione del terzo tempio a Gerusalemme, e questo  dopo la distruzione dei due precedenti. Ovviamente è corredata dall’annuncio dell’arrivo di un uomo puro, appunto il Messia.

Questa almeno è l’interpretazione data dagli insigni rabbini del Temple Institute, massima espressione della cultura giudaica.

fine del mondo

Temple Institute

Ma l’esegesi del testo biblico è quanto di più complesso possa esserci e si presta a varie interpretazioni.

Secondo i teologi cristiani infatti la costruzione del terzo tempio è da collegarsi al giorno del giudizio. Insomma un bel ‘guazzabuglio’, direbbe il Manzoni.

Ma ogni religione ha i suoi lati oscuri e la ricerca di quella Verità, a cui tutti noi aneliamo, sconfina spesso nell’ambito sciamanico.

Il vitello

Intanto ci auguriamo che il neonato vitello possa tranquillamente godere delle delizie di questo mondo. Ormai assurto agli onori della cronaca, il giovane animale dovrà essere sottoposto a una serie di analisi e accertamenti, volti ad accertarne l’integrità.

Il vitello in questione infatti potrebbe non essere considerato come simbolo della fine del mondo “per cause naturali”, visto che  embrioni congelati di red angus sono stati impiantati nelle tradizionali mucche israeliane.

Quindi il dolcissimo animale metterebbe in fuga tutte le nostre paure su un’eventuale ‘fine del mondo’. Nella profezia infatti è scritto che non deve contenere ‘difetti’.

Ne consegue  quindi che, almeno per il momento, possiamo dormire sonni tranquilli!

#IrmaSaracino