BOMBE IN CHIESA NELLE FILIPPINE

Bombe nelle Filippine

Filippine, due bombe sono esplose davanti a una chiesa durante la messa domenicale. Almeno 21 le vittime

Pesante il bilancio delle vittime di un attentato di matrice terroristica verificatosi a  #Jolo, nelle Filippine. Due bombe sono esplose, durante la funzione domenicale, davanti alla #cattedrale, gremita da fedeli. Circa 21 i morti e 48 i feriti.

A darne la notizia la polizia locale, prontamente accorsa sul posto.

La situazione

Sconcertante il quadro della situazione in questa piccola isola delle Filippine, al centro da tempo di continue minacce da parte di un gruppo terroristico, denominato Abu Sayyaf.

L’arcipelago delle Filippine

Il gruppo paramilitare, infatti, è ormai noto per le sue azioni eversive e sanguinose. Ed ha ottenuto l’attenzione del governo locale per il suo cospicuo curriculum, costellato da attentati, sequestri di persona e decapitazioni.

Il clima di paura a #Jolo è generale e il terrorismo, motivato da posizioni pseudo-religiose, è endemico. L’attentato, infatti, è avvenuto proprio a una settimana dal referendum che ha legittimato, nel sud del Paese, l’esistenza di una provincia autonoma, a maggioranza musulmana.

La scena dell’attentato

Violenta la deflagrazione dei due ordigni, posizionati l’uno all’ingresso della #cattedrale e l’altro all’esterno. L’esplosione però, avvenuta durante la #messa, non è stata simultanea, ma per la sua violenza ha mietuto numerose vittime.

Le forze governative, subito accorse, sono state infatti coinvolte nell’esplosione della seconda bomba, proprio mentre transennavano la strada che porta a Nostra signora del Monte Carmelo, E, sempre a detta delle fonti locali, ci sarebbero anche militari tra i morti.

Bombe

Forze governative

La scena dell’attentato, subito immortalata sui social, ha fornito al mondo il quadro  della disperazione e dello sconcerto generale. E’ una scena a cui ormai dovremmo essere abituati, ma l’illogicità di simili azioni continua a stupire, lasciando il vuoto nei nostri cuori.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Corpi scomposti, feriti e macerie.  E, poi, la corsa verso gli ospedali più vicini, nella lotta per la vita.

L’attentato, fino a questo momento, non è stato rivendicato, ma la morte, ancora una volta,  ha falciato tante vite, colpevoli solo di essere lì, nella calda atmosfera di quella chiesa, trasformatasi in una tomba.

#IrmaSaracino