I GAS E I VELENI DI TARANTO

I gas e i veleni

Un forte odore di gas ha inondato questa mattina la città di Taranto. Numerose le segnalazioni e i disagi della popolazione

Ancora  disagi per la #popolazione del capoluogo jonico!.  Un’esalazione di gas, di cui non si conosce l’origine, infatti ha reso irrespirabile questa mattina  l’aria di Taranto.

Numerose le segnalazioni pervenute da parte dei cittadini ai Vigili del Fuoco locali, nonchè all’Arpa e all’Asl. Ignote le cause.

I gas e i veleni

I veleni di Taranto

Erano circa le 11,00 di questo sabato, 9 febbraio, quando la gioiosa attesa che precede un giorno di festa è stata turbata dalla cruda realtà di una #città che va alla rovina.

Nella scuola

Le aule erano gremite di studenti e l’usuale torpore di un sabato lavorativo era nell’aria. Si attendeva il suono magico della campanella, amica di tutta la popolazione studentesca, quando, d’improvviso, l’aria è diventata irrespirabile e i corridoi si sono riempiti di giovani e docenti in cerca di un perché.

Ma non può esservi un perché o una causa alla proverbiale indifferenza di chi lascia morire nel veleno una popolazione.

I gas e i veleni

Il sindaco di Taranto

Un forte odore di gas ha reso l’aria irrespirabile. E le conseguenze sono state rilevanti.

Le esalazioni

Difficile resistere a quelle esalazioni. Gli occhi bruciavano e si cercava una via d’uscita.. I telefoni sembravano impazziti. Si chiedeva aiuto all’Arpa, all’Asl, ai vigili. Ma nessuno sapeva dare una risposta.

La città, già nota per i suoi veleni,  viveva l’ennesima amara  esperienza.

Disagi ovunque, negli uffici, per le vie. E l’azzurro limpido di un cielo ingannevole sembrava stridere  con il nauseabondo odore.

La storia si ripete

Taranto non è nuova a questo genere di episodi. Come dimenticare quella  calda serata  di martedì 17 luglio? quando lo stesso forte odore riempì i polmoni dei cittadini?

Anche allora furono molte le ipotesi, ma un’unica certezza: inquinamento.

Furono rivolti appelli  per “attivare tutte le procedure necessarie ad individuare la provenienza ed eventuali rischi per l’incolumità”, ma senza alcun esito.

I gas e i veleni

Lo splendore di un tramonto tarantino

Oggi, come allora, il veleno ha inondato l’ambiente, offuscando lo splendore di un cielo limpido e di un mare cristallino.

E resta la rabbia, mentre nubi minacciose offuscano il cielo di questa città che piange sul suo glorioso passato.

#IrmaSaracino