VENEZUELA VERSO LA GUERRA CIVILE

Venezuela

Tensione alle stelle in Venezuela. Per le strade si combatte e la nazione è nel caos.

Tra gli spari e il fumo dei proiettili echeggia un unico grido in Venezuela: Libertà! Un grido che è anche un anelito verso una vita migliore, in cui la lotta per la sopravvivenza sia bandita e si possa ritrovare quella dignità sociale, che dovrebbe essere alla base del vivere civile.

Venezuela

La tensione cresce di ora in ora, in un alternarsi di notizie, spesso contraddittorie e non veritiere.

I comunicati stampa da pare dei due contendenti, il presidente #Maduro e l’autoproclamato #Guaidò, si susseguono. Gli appelli alla Nazione sono ormai continui.

Maduro parla di un golpe in atto e fa leva sulle milizie a lui fedeli. Ma ricorre anche a mezzi estremi, pur di salvaguardare il suo potere. Le immagini che arrivano sono terribili e mostrano la ferocia di un regime disposto a tutto. Mezzi blindati si lanciano infatti sulla folla dei manifestanti senza pietà. Il bilancio è pesante. Non si contano i feriti, mentre un uomo giace privo di vita.

Per le vie di #Caracas si combatte, mentre si consuma l’ultimo atto del governo di Maduro.

Secondo le dichiarazioni del segretario di Stato Usa, il dittatore venezuelano sarebbe stato già pronto a fuggire, ma sarebbe stato poi trattenuto da Mosca.

Ma arriva prontamente la smentita. Nella notte infatti Maduro appere in tv, dichiarando:” Sconfitto tentato golpe forze imperialiste”. Mentre si proclama la fedeltà dell’esercito.

Guaidò

Juan Guaidó

@jguaido

Mañana continuamos con la ejecución de la #OperaciónLibertad. Iniciamos la fase final y estaremos de forma sostenida en las calles hasta lograr el cese de la usurpación.

¡Vamos con todo, con más fuerza y determinación!#ConTodoPaLaCalle https://youtu.be/Vv5_V4YEAAU 

42.300

02:24 – 1 mag 2019

 

Questo il testo del messaggio di Juan Guaidò alla Nazione. Il leader dell’opposizione, autoproclamatosi capo di Stato ad interim  esorta tutta la popolazione “a scendere in piazza” per chiedere l’uscita di scena di Maduro.

Questo non è un colpo di stato ma una protesta pacifica“,  precisa quindi Guaidò in un video pubblicato su YouTube.

I colpi di scena si susseguono, mentre cresce l’ansia del mondo intero. L’Europa invita a una soluzione pacifica, mentre l’America vede ormai scritto nella storia l’epilogo del regime Maduro.

Lopez

Intanto giunge la notizia che tutti forse attendevano. Lopez, l’uomo che guidò anni fa la ribellione del Venezuela, è stato liberato.

Venezuela

Lopez

Era stato condannato a 14 anni di carcere, tramutati in arresti domiciliari, dopo le rivolte del 2014 a Caracas (43 morti) contro la penuria di beni di prima necessità e la violazione dei diritti.

Il Venezuela “ha iniziato la fase definitiva per la fine dell’usurpazione, l’Operazione Libertà”, ha dichiarato appena libero.

“Sono stato liberato da militari agli ordini della Costituzione e del presidente Guaidò”, ha scritto su Twitter il leader di Voluntad Popular. “Mi trovo nella Base La Carlota. Mobilitiamoci tutti. E’ ora di conquistare la libertà. Forza e Fede“.

Lopez ha poi chiesto asilo politico all’ambasciata del Cile.

Ore di tensione

Il Paese è sull’orlo della guerra civile. E le prossime ore saranno decisive per capire con chi si schiereranno realmente i vertici militari, il sostegno dei quali è al momento rivendicato da entrambe le parti in conflitto.

#IrmaSaracino