BRASILE, IL GRAN RIFIUTO DI BOLSONARO

Brasile

Colpo di scena in Brasile. Il presidente Bolsonaro rifiuta i 20 milioni di euro del G7, aiuti offerti per gli incendi in Amazzonia.

Sempre più critica la situazione in #Amazzonia, dove le fiamme avanzano inesorabilmente. La mobilitazione è generale.  Artisti celebri, personaggi del mondo politico e comuni mortali partecipano in termini economici alla lotta contro gli #incendi nella foresta amazzonica. Mentre il presidente del Brasile, Bolsonaro, dopo aver minimizzato l’entità della questione, a sorpresa rifiuta l’ingente cifra stanziata dai grandi della terra nel corso del G7.

Bolsonaro, già al centro di vivaci polemiche per il discutibile modo in cui ha affrontato l’emergenza, si scaglia contro il presidente francese, #Macron. E, dopo le deprecabili offese rivolte alla premier dame  nei giorni passati, accusa Macron di aver indotto i paesi del  G7 a un’alleanza per salvare l’Amazzonia, polmone della terra. Un’azione, ai suoi occhi, deprecabile e che cela i  veri intenti e le  mire imperialistiche della Francia.

Brasile

L’Amazzonia non è una colonia

L’attacco nei confronti del presidente francese è violento e immediato. E anche Onyx Lorenzoni, capo di gabinetto di Jair Bolsonaro,  tramite i social,  dichiara: “ Ringraziamo, ma questi fondi potrebbero essere più utili per la riforestazione dell’Europa”.

Successivamente, dopo aver messo in evidenza l’autonomia del proprio Paese, ne mette in rilievo  lo spirito democratico, che gli ha impedito di dare corso a “pratiche colonialiste e imperialiste,  forse obiettivo del presidente Macron”.

Parole dure, dai toni aspri, che certamente avranno delle conseguenze.

Bolsonaro

Intanto il presidente brasiliano ha affermato, malgrado gli appelli delle popolazioni indigene, che la situazione in #Amazzonia è sotto controllo e ha dichiarato di aver preso contatti con i presidenti di Ecuador, Cile, Argentina e Spagna.

Questi, a suo dire,  gli avrebbero espresso tutta la loro soliderietà  per il susseguirsi di notizie false sul suo modo di gestire l’emergenza.

Inoltre avrebbero dichiarato la loro disponibilità a fornire aiuti al Brasile nella lotta contro le fiamme nella foresta amazzonica.

Brasile

Smoke billows during a fire in an area of the Amazon rainforest near Humaita.

Le perplessità

Intanto, dopo gli appelli  del mondo intero e anche del Papa, il fuoco avanza e l’Amazzonia, un tempo paradiso è oggi un inferno.

#IrmaSaracino