Iran, video shock di una sposa bambina

Iran

A 11 anni va in #sposa a un uomo di 22. E’ successo in Iran, ma il #matrimonio è stato annullato dal tribunale grazie a un video divenuto virale

Percorrendo l’Iran si ha la sensazione di confrontarsi con la Storia, con un passato remoto  e imperscrutabile come il tempo. Un passato che, in un paese così vasto, vive ancora in villaggi  dell’entroterra.

E qui  antiche tradizioni, spesso discriminanti,  permangono, radicate nel tessuto sociale.

E’ il paese delle contraddizioni, in cui ancora l’omosessualità è tabù e va punita con l’impiccagione e la donna deve lottare per affermare i suoi diritti.

Iran

La lotta delle donne iraniane

E se, fino a poco tempo fa, l’adulterio prevedeva  la lapidazione, oggi ufficialmente bandita,  rimane nell’interland la visione oggettivante della donna.

Spose bambine

E’ una pratica ancora molto diffusa infatti quella dei matrimoni combinati. Promesse nuziali destinate a rendere schiave le vittime designate. Bambine costrette a vivere la loro età nell’incubo, costrette a divenire donne anzitempo.

Grazie alla sensibilizzazione  di organizzazioni internazionali, quali Amnesty International si sta cercando di porre un argine a questa barbarie, ma il problema sussiste.

In Iran, paese in prevalenza musulmano, il tema delle spose bambine è molto sentito da una larga fascia della popolazione. Secondo le leggi attuali infatti le donne possono sposarsi solo quando hanno raggiunto la ‘pubertà’. Cioè dai 13 anni in poi,  gli uomini dai 15. Tuttavia, con il consenso del tribunale, l’età può essere abbassata.

Ed è impressionante la statistica operata di recente dall’Organizzazione internazionale iraniana per i diritti civili. Sembra che dal 2013 al 2017 le spose di età inferiore ai 10 anni siano state addirittura 1.007. Un dato impressionante e che fa capire come sia ancora difficile sradicare in un territorio, così vasto e talvolta impervio, un costume atavico.

Il video shock

Quando ieri si sono diffuse le immagini di un video che immortalava il #matrimonio tra una #bambina di 11 anni e un ragazzo di 22 anni, lo sconcerto è stato immediato e generale.

Il filmato è divenuto virale e ha suscitato un coro unanime di proteste, al punto da determinare l’intervento immediato del tribunale della provincia di Kohgiluyeh e Buyer Ahmad.  Area in cui ha avuto luogo la cerimonia.

Iran

Il tribunale infatti ha prontamente annullato l’unione. Mentre i principali interpreti di questa orrenda scena: lo sposo, i genitori della bimba e l’officiante, dovranno comparire dinanzi ai giudici. Rischiano il carcere.

La giustificazione? Si trattava di una promessa temporanea, in attesa del vero matrimonio che avrebbe avuto luogo tra 6 anni. Una pratica diffusa nella comunità sciita di religione musulmana.

Quanto alla volontà della #sposa #bambina, poco importa.

#IrmaSaracino