Rolando Vernaglione, semplicemente un poeta

‘Per sempre’, di Rolando Vernaglione è l’emozione che si fa poesia.

Ci sono voci nel silenzio della solitudine che parlano con bisbiglii sommessi, percettibili solo da chi sa ascoltarli. Sono le voci dell’io, quello più profondo, spesso dimenticato, calpestato dalla quotidianità. Bisogna ascoltarle, capirle e forse accettarle. Solo così l’anima vola, finalmente libera, e canta i ricordi, le sensazioni, le emozioni che si traducono in ‘#poesia’.  E la poesia di Rolando Vernaglione sa catturare l’#emozione di un attimo, di un #ricordo, facendosi voce, musica.

Rolando

Rolando Vernaglione

Rolando non è solo un poeta.  E’ poesia, creazione, che sfida il tempo e le distanze per raggiungere sfere inaccessibili, quasi come l’infinito.

Le parole sono semplici, immediate, come il linguaggio di un bambino. Innocenti come la memoria, sofferte come la vita,  dolci come l’amore.

I testi concisi, talvolta sofferti, sono brevi, quasi come se il poeta volesse tratteggiare la sensazione di un attimo. Carpirla, per poi trasmetterla.

Forse proprio questa è la grandezza di un autore, poeta, pittore o musicista che sia, nel linguaggio  dell’arte.

Nella poesia che presentiamo le immagini si snodano dai vincoli del soggettivismo per divenire universali.

In essa prevale il #ricordo, la nostalgia di una persona cara.E l’anelito a quel lungo abbraccio, senza fine, è la ricerca di un nido, devastato dalle sofferenze umane.

L’autore supera così il limite ed è pronto a volare ‘per sempre’ verso l’eternità.

#irmaSaracino

Rolando

                                                                 

                                                                               Per sempre

 

Danzano i rami in questa notte ventosa,

E le foglie hanno un’anima che grida,

Che urla amore a chi sa dare senza chiedere,

A chi dona lacrime amare,

A te, che sei lontano, tanto lontano,

Dove io non posso venire.

Un giorno, te lo giuro, unirò le mie braccia

Alle tue, in un abbraccio dolce di aria,

E saremo noi due a volare per sempre.

 

Autore: Rolando Vernaglione