Segnala a Zazoom - Blog Directory

Inchino alla legalità in una processione a Palermo

 Un inchino davanti alla caserma dei carabinieri del quartiere Zen di Palermo ha acceso la luce della speranza nei cuori di tutti.

Sarà stato per effetto del potere salvifico di Padre Pio, ma l’evento di ieri ha rappresentato una svolta verso la legalità nella bella #Palermo. Un inchino, un gesto semplice, ma denso di significati.

E il gesto compiuto, nel corso di una #processione, dai fedeli palermitani dinanzi alla caserma dei #carabinieri del martoriato quartiere Zen della città siciliana, ha assunto i toni e i contorni di una protesta. Una protesta dei cittadini contro la mafia, cancro della nostra società.

inchino
Il momento più significativo della processione

Una svolta

Palermo, perla della storia e della cultura siciliane, ma anche tristemente nota per i suoi boss, è tornata così alla ribalta delle cronache in una veste nuova.

Non più tributi ossequiosi ai leaders di Cosa Nostra, non più silenzi omertosi, ma voglia di gridare ‘basta’ al potere di una criminalità che da troppo tempo insanguina il paese.

“Un gesto profondo– ha commentato il comandante provinciale dei carabinieri di Palermo-  in un quartiere difficile, che sottolinea un’inversione culturale”.

E la #processione, svoltasi per commemorare la morte di Padre Pio, ha assunto un significato ancora più profondo, riaccendendo nei cuori la speranza di un cambiamento.

Il sindaco della città, Leoluca Orlando, ha voluto prontamente manifestare il suo plauso. E ha telefonato al parroco del quartiere Zen per esprimergli la sua vicinanza nella lotta contro la criminalità.

Una lotta che è anche una battaglia contro una quotidianità vissuta ai margini. Una quotidianità che induce spesso a delinquere. E la  battaglia è resa ancor più difficile da una mentalità ormai radicata in determinate realtà sociali.

inchino
Quartiere Zen

In un quartiere dove la miseria e l’emarginazione sono endemiche la lotta è dura, irta di ostacoli.

Tutti hanno paura. E la verità giace nei meandri oscuri di quel silenzio invalicabile che nasce dalla necessità di garantirsi la sopravvivenza.

 

#IrmaSaracino

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: