La Corea del Nord infiamma il mar del Giappone

Corea del Nord

Ieri nuovo test missilistico della Corea del Nord. Soddisfatto dell’esito Kim Jong-un

Torna alla ribalta la Corea del Nord e, secondo gli schemi e le coreografie di Kim Jong-un, sorprende tutti. Ancora una provocazione, quindi, avvenuta ieri. Ancora un test missilistico che preoccupa e mette in rilievo il fallimento dell’azione diplomatica compiuta da #Trump.

Corea del Nord
Gli storici incontri


Come trionfalmente annunciato dalla Kcna, emittente televisiva nazionale, la Corea del Nord ha testato ieri il lancio di un lanciarazzi multiplo super large.

Un successo”, ha dichiarato l’agenzia di stampa statale Kcna,. “di cui è stata verificata la perfezione».

Poi, sempre con gli stessi toni, l’agenzia di stampa ha sottolineato l’entusiasmo del rispettabile maresciallo nordcoreano, Kim Jong-un.

Lo stesso leader infatti ha espresso «soddisfazione per la prova» e ha inviato le sue congratulazioni agli scienziati dell’Accademia delle scienze della Difesa per «lo sviluppo dei muscoli militari di auto-difesa del Paese».

Corea del Nord
I momenti del lancio filmati dalla Kcna

Ovviamente i #razzi, secondo una consuetudine ormai collaudata, sono stati lanciati in direzione del mar del Giappone, per una gittata di circa 370 km..

Il plauso

«L’Accademia delle scienze della Difesa è riuscita a ottenere un’altra prova di successo di un lanciatore di #razzi multiplo ‘super-large’», ha sottolineato poi la Kcna. E successivamente ha messo in rilievo la cura e l’abnegazione di quanti hanno collaborato al successo del #lancio.

Ma ciò che preoccupa maggiormente è la dichiarazione rilasciata sempre dalla Kcna «la perfezione del sistema è stata verificata attraverso il test finalizzato a distruggere completamente il nemico e i target designati con attacchi a sorpresa».

Ipotesi e conseguenze

Il nuovo test s’inserisce nel quadro poco chiaro della politica nordcoreana. E la personalità ambigua e imprevedibile di Kim Jong-un desta non poche perplessità.

Se una tenue luce aveva illuminato il fosco orizzonte dei rapporti tra le due Coree, attualmente si è in una situazione di stallo e senza reali progressi sul fronte della denuclearizzazione. Freddi, quindi, i rapporti tra Pyongyang e Washington, sempre in merito al dossier nucleare.

Ed anche il recente incontro di tipo operativo, tenutosi a Stoccolma tra i capi negoziatori di Usa e Nord Corea( il primo dopo l’infruttuoso summit di Hanoi tra Kim e il presidente statunitense Trump) non è riuscito a sbloccare lo stallo.

Indubbiamente il momento è critico per il tycoon americano alle prese con l’impeachment e con difficili rapporti internazionali..

Ma le prove missilistiche di Kim certamente non possono passare in secondo piano e non fanno ben sperare in un’eventuale denuclearizzazione. Quali saranno le conseguenze?

#IrmaSaracino