Segnala a Zazoom - Blog Directory

Election day, vacilla l’astro di Trump

Debacle del presidente Usa nell’Election day. Vittoria dei dem in due stati su tre.

E’ tempo di bilanci per il presidente degli Stati Uniti, Donald #Trump, La fine del suo mandato si avvicina. Il 2020 è infatti alle porte e cominciano a manifestarsi le avvisaglie di un malcontento sempre più dilagante. Un malcontento che nell’ election day di ieri, svoltosi in tre Stati americani, ha dato segnali forti, inattesi dal tycoon americano.

Un giorno memorabile, quindi, quello di ieri che ha scritto una pagina di storia soprattutto per lo Stato della #Virginia. Per la prima volta infatti, dopo circa vent’anni, i #dem hanno tolto al Grand Old Party  il controllo dell’intero parlamento,

Il trionfo del candidato democratico è stato evidente sin dalle prime battute e la sua vittoria, nei confronti del candidato repubblicano, schiacciante. Un segnale forte quindi per il Donald nazionale, sempre più imbrigliato nelle trame dell’impeachment.

election day
A una svolta la popolarità di Trump?

Ma le sorprese non sono mancate neanche in Kentucky. Qui il candidato #dem, Andy Beshear ha rivendicato il successo contro il governatore repubblicano uscente, Matt Bevin col 49,2% dei voti contro il 48,9%.

Ovviamente il risultato è ancora tutto da verificare, ma se fosse confermato sarebbe un ulteriore smacco per il presidente statunitense. Il Kentucky infatti aveva visto, nelle passate elezioni presidenziali, l’affermazione schiacciante del tycoon, con un vantaggio del 30% sull’allora candidata dei dem, Hilary Clinton.

Insomma sembra delinearsi la fine di un’amministrazione discutibile e poco chiara quale quella di Trump, sempre più al centro di polemiche e di indagini.

Il Mississippi

Diversa la situazione in questo Stato dove, invece, il candidato repubblicano, Tate Reeves, ha ottenuto il 93% dei consensi.

Riconfermato quindi il suo mandato in questo Stato del sud, dove è massiccia la presenza di uomini di colore.

Da tempo ancorato a remote consuetudini e a visioni razziali, il Mississippi non ha tradito quindi il presidente #Trump, che si è congratulato con i suoi usuali toni col candidato vincitore( anti-abortista e favorevole alle armi).

election day
Trump e Reeves

Considerazioni

Resta comunque per l’istrionico Donald l’amaro sapore della sconfitta. L’uomo dal pugno di ferro, che ha tenuto testa ai capricci di leaders quali Kim Jong-un, deve ora fare i conti con il suo declino?

Ma Trump è avvezzo ai repentini mutamenti della sorte e indubbiamente è abbastanza astuto da saper trovare le molle giuste per capovolgere la situazione a suo favore.

Staremo a vedere.

#IrmaSaracino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: