Donna conserva nel freezer cadavere del marito

donna

Macabra scoperta negli Usa. Una donna muore e gli agenti trovano nel freezer il cadavere del marito, conservato per 11 anni.

Davvero un raro esempio di amore coniugale quello della defunta signora Jeanne Souron-Mathers! Una donna di 75 anni che ha sorpreso tutti, non solo per il suo decesso, ma anche per il macabro rinvenimento del #cadavere del marito, Paul Edwards Mathers.

L’uomo, secondo una prima analisi, sarebbe deceduto ben 11 anni prima e il suo #corpo sarebbe stato ‘custodito’ dalla intraprendente consorte nel congelatore di casa. Un #congelatore orizzontale ovviamente, idoneo a rappresentare il giaciglio adeguato al sonno eterno del sig. Mathers.

donna
Il congelatore

Come poi la donna sia riuscita a trasportare il #corpo, senz’altro rigido, dell’amato coniuge all’interno del congelatore è un enigma. Ma molti sono gli interrogativi in questa vicenda degna del peggiore film horror.

Tutto ha avuto luogo nello stato americano dello Utah, in un piccolo centro abitato. Qui i vicini dei coniugi Mathers, allarmati dalla scomparsa della intraprendente signora Mathers da ben due settimane, hanno pensato bene di chiamare le forze dell’ordine.

donna
L’arrivo della polizia

E, una volta giunti sul posto, i poliziotti hanno trovato Jeanne priva di vita a letto, morta presumibilmente per cause naturali. Ma la vicenda ha assunto toni macabri quando, ispezionando l’appartamento, hanno fatto la terribile scoperta. All’interno del freezer giaceva il corpo del marito della donna, morto 11 anni prima, all’età di 69 anni.

Gli interrogativi

Intuibili la sorpresa e il disgusto dei poliziotti di fronte a un simile rinvenimento, ma sono molti i punti oscuri di questa vicenda. Prioritariamente è da accertare la causa del decesso del sig. Mathers. Non è da escludere infatti che sia stata proprio la moglie ad ucciderlo. Ipotesi questa che spiegherebbe l’occultamento del cadavere.

Oppure se lei, preda di un folle amore, abbia voluto conservarlo in casa, dopo un decesso improvviso da parte di lui. Ma è tutto da verificare.

Anzitutto si procederà con un esame autoptico per cercare di stabilire la possibile causa della morte. E un’ autopsia sarà condotta tra l’altro anche su ciò che resta di Jeanne.

Fatto sta che una circostanza di questa portata risulta molto sospetta. Difficile che la donna non sapesse della presenza del corpo in casa. Così come altrettanto complicato è pensare che non sia stata lei a metterlo dentro al freezer.

Inoltre la vedova inconsolabile, negli anni, avrà certamente dovuto rispondere alle domande dei vicini, senza dubbio perplessi di fronte alla scomparsa improvvisa di Paul.

Insomma siamo di fronte ad un’intricata e terribile vicenda e l’enigma è tutto da chiarire.

#IrmaSaracino