Lettera speciale a Babbo Natale

lettera

Solo una lettera per chiedere un sogno

Ciao. E’ passato molto tempo dall’ultima volta che ti scrissi. Anni, forse troppi. Anni in cui i #sogni di bambina cedevano gradualmente il posto alle delusioni di una realtà, che spesso sa essere amara. Ora, ormai donna, torno a scriverti una lettera. Il perchè? Facile intuirlo. Non posso rinunciare ai #sogni e vorrei che tutti i # bambini del mondo continuassero a farlo. Al di là delle sofferenze, al di là di una vita che li tradisce.

Non amo le retoriche, nè i luoghi comuni e le mie parole nascono da dentro, da quella parte misteriosa di noi, che chiamano anima. Lo so il tempo ha cancellato la dolce luce dell’infanzia dai miei occhi. E sul volto sono visibili i solchi della vita, ma, di fronte a tanta indifferenza, mi riesce difficile tacere.

Ti scrivo infatti non per parlarti di me, ma di un mondo in cui l’umanità sembra cedere il passo alla logica del guadagno e l’uomo dimentica se stesso per essere schiavo di falsi idoli e false chimere.

Non c’è più spazio per le favole per molti #bambini, venduti, calpestati, usati, dimenticati. E neppure l’ombra di un sorriso compare sui loro volti, provati da guerre o dalla fame. I loro occhi sono fari nel buio dell’ingiustizia, che illuminano la miseria umana.

Non ci sono parole

E allora, sono qui a chiedermi perchè. A invocare un Dio troppe volte tradito. Sono qui, a scrivere questa lettera a te, che sei magia, che sei sogno e speranza.

I doni che vorrei

Ormai il #Natale è prossimo e le sue luci illuminano la quotidianità di tanti, ma non di tutti. Troppa la povertà, troppe le disuguaglianze sociali, troppe le guerre.

Le luci della speranza

Ebbene io vorrei che tu ascoltassi questa mia voce e che le poche righe di questo scritto ti portassero ovunque, anche nei cuori più induriti. Proprio lì dove la speranza si spegne nelle tenebre del dolore.

Vorrei vedere la tua slitta solcare i cieli più cupi. Quelli offuscati dal fumo di fabbriche che uccidono e quelli illuminati dal fuoco dei bombardamenti.

Le stelle della speranza

Vorrei che questo mio sogno si trasformasse in realtà e che la mano di ognuno stringesse con amore quella dell’altro.

Lo so forse ti chiedo molto. Ma il #Natale è dolce magia e deve esserlo per tutti.

Spedisco questa missiva a un indirizzo ben noto a ognuno, nel lontano paese dei #sogni, troppo spesso dimenticati.

E…aspetto.

#IrmaSaracino