Il virus killer ferma il Nord Italia

virus killer

Cresce il numero dei contagiati dal virus killer in Italia. Fino a questo momento sono 152.

Sono passati due giorni, una manciata di ore, da quando è stato segnalato in Italia il primo caso di #contagio da #coronavirus. Ma, da quel momento, il numero dei contagi è salito vorticosamente, al punto da cambiare lo scenario di vita del Nord Italia. Il virus killer sembra proseguire inesorabilmente la sua corsa.

virus killer
Strade deserte nella ‘zona rossa’

Una corsa contro la quale sembrano risultare vane le misure prese dal nostro governo che, per una volta, ha messo da parte le usuali polemiche e appare coeso in un momento così critico per la nostra Nazione.

Fino a questo momento sono ben 152 i casi di contagio. Di questi 110 sono in Lombardia, circa 22 in Veneto, 9 in Emilia Romagna e 3 in Trentino, nonché 3 in Piemonte.

Un triste primato per l’Italia, che sale così al terzo posto nella classifica mondiale dei paesi più colpiti. Dopo Cina e Corea del Sud.

Le aree colpite

C’é un’atmosfera strana per le vie di Milano, abitualmente così frequentate, oggi pressoché deserte. Si evitano gli assembramenti e la quotidianità di questa metropoli, tanto operosa, appare mutata. Scuole, Università, musei e teatri sono chiusi ed anche la fashion week china il capo di fronte a questa tremenda circostanza.

virus killer
Teatro la Scala

Anche a Venezia il clima fastoso del carnevale subisce un arresto. mentre un velo di tristezza cala sulle splendide maschere di questa città.

virus killer
Una maschera di Venezia con mascherina

Tutti hanno paura di questo virus misterioso. Un virus killer che ha già seminato tanti morti in Cina.

Il mondo guarda con apprensione all’evolversi della situazione nel nostro paese, mentre alcuni Stati europei cominciano a prendere misure cautelative alle frontiere. D’obbligo ormai le quarantene per tutti i viaggiatori provenienti dall’Italia!

Un amaro bilancio! E intanto si spera di individuare il ‘grande untore‘, il paziente zero che ha dato origine al #contagio nel nostro territorio.

Paura per il Sud

Intanto cresce l’allarme anche al #Sud dell’Italia, finora non toccato dal contagio. Si teme infatti che alcuni meridionali dal Nord possano portare il virus nelle regioni dell’Italia meridionale.

Aumentano quindi le misure di precauzione anche in queste zone, ma la cautela non é di tutti.

Il momento é critico.

#IrmaSaracino