Toyama, storia di un gatto eroe

Toyama

A Toyama, in Giappone un gatto contribuisce a salvare un uomo. Per lui gli ‘onori’ delle cronache.

Il suo nome é #Koko e ormai questo micio é balzato agli onori delle cronache, ma anche della polizia di Toyama per aver compiuto un ‘gesto’ ( si fa per dire) eroico. Ha contribuito infatti a salvare un uomo, caduto in un canale di irrigazione.

Una vicenda che commuove e che ancora di più ci parla del forte legame esistente tra l’uomo e i suoi animali. Una vicenda che sorprende per il protagonista di essa: un #gatto. Animale considerato nel mondo occidentale ‘infedele’ e libero.

Toyama
Koko

Il gatto nella tradizione orientale

Animale nobile e fiero, al punto da essere considerato una divinità nel mondo egizio, il #gatto giunge in #Giappone dalla Cina e subito s’impone all’attenzione per la nobiltà dei suoi gesti, fino ad essere onorato come ‘animale imperiale‘.

A lui sono tributate attenzioni regali e una sorta di aura magica lo circonda. Un’aura che, nel tempo, continua, malgrado l’utilizzo frequente di questo animale per le derattizzazioni.

La vicenda di Koko

Ma il #Giappone, terra dai forti contrasti e dall’indiscutibile fascino, ci riserva sempre delle sorprese. Sia per la sua spiritualità, così legata alla natura e al mondo animale, che per i suoi slanci avveniristici, caratterizzati da un’architettura quasi fantascientifica.

Toyama
I ritmi frenetici delle metropoli giapponesi

E, oggi, la storia di questo micio, onorato dalla polizia di Toyama, non sorprende. Anzi ci fa sorridere ed amare questo animale così poco stimato dagli occidentali.

Tutto ha avuto luogo alle prime ore della mattina dello scorso 16 giugno, nello scenario placido della bella campagna giapponese.

Una signora di 77 anni, passeggiando, ha visto sbarrare il suo cammino da #Koko, il gatto del suo vicino.

Il miagolio convulso dell’animale l’ha insospettita, nonché la direzione del suo sguardo, rivolto verso un canale vicino.

L’anziana signora ha seguito quindi la direzione dello sguardo dell’animale e si é affacciata sul canale, dove ha scorto il corpo dell’uomo, svenuto.

Prontamente ha chiesto l’aiuto dei familiari e del proprietario del #gatto, che hanno tratto in salvo lo sconosciuto.

Questi, ritornato in sé, se l’é cavata con poche abrasioni, ma il gesto non é passato inosservato e ha colpito profondamente le forze dell’ordine, subito accorse sul posto.

E, come in tutte le storie a lieto fine, vi é stata la giusta ricompensa per i soccorritori. Ovviamente anche per il #gatto!

#IrmaSaracino

Lascia la tua opinione