Segnala a Zazoom - Blog Directory

La città di Napoli sfida il ‘lupo cattivo’

Una folla incredibile ieri si é riversata per le vie della città partenopea, vivendo così le ultime ore di libertà.

Più che una fiaba sembra un incubo, vissuto con le caratteristiche tipiche del ‘popolo’ partenopeo. E, in questo caso, il #Covid, lupo cattivo del momento, é stato esorcizzato ( almeno nelle intenzioni dei Napoletani) con quella voglia irrefrenabile di vivere che contraddistingue da sempre gli abitanti di questa città.

città
Fuochi d’artificio

#Napoli, infatti, non é la Campania, ma un microcosmo in cui miseria e nobiltà convivono da tempo immemorabile. E la quotidianità spesso é lasciata all’improvvisazione.

Una improvvisazione che si esprime in quel modo particolare che solo i Napoletani hanno di inventarsi la vita. Insomma una città in cui allegria, esuberanza, ma anche tanta miseria trovano espressione compiuta anche negli aspetti più impensati.

Una città che é anche cultura, ma soprattutto Storia.

La notte si tinge di rosso

E, ora un nuovo, desolante orizzonte si profila dinanzi agli occhi non solo dei napoletani, ma dei Campani tutti. E i loro cieli si tingono di rosso.

Un nuovo lockdown per questa regione che ha raggiunto purtroppo, in tempi di #Covid, un triste primato in termini di vittime e di ricoveri. Certo le realtà per le singole città campane sono diverse e non mancano le proteste degli amministratori locali, ma la scure del Governo( in realtà tardiva) abbatte tutte le barriere e le differenze locali.

Campania zona rossa, la decisione é presa!

Viva la vita

E allora ieri Napoli si é riversata per le strade, incurante dei contagi, di quelle vite spentesi nella solitudine di un bagno d’ospedale.

I vicoli, il lungomare, le vie del centro hanno visto la #folla dei giorni di festa, sprezzante del pericolo e di questo ‘lupo cattivo’

Interrogativi

Incoscienza dei cittadini? Forse sì. Mentre ancora scorrono dinanzi ai nostri occhi le immagini dei pronto soccorsi, ormai al collasso. E la lotta dei medici e dei sanitari contro questo killer terribile viene quasi ignorata dalla popolazione.

Impossibile rinunciare all’ultimo caffè al bar, impossibile rinunciare allo shopping, prima della chiusura, per via Toledo. Perché #Napoli é così: Paradiso e inferno, vita e morte. E le certezze sono solo quelle dell’attimo vissuto nella sua intensità.

E quanto al domani, ci sarà un altro tempo, ci sarà un’altra storia.

Solo la luna nella prima notte rossa di Napoli

#IrmaSaracino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: