Segnala a Zazoom - Blog Directory

Allarme variante Delta, l’incubo ritorna

Cresce il numero dei contagi Covid e sono sempre più numerosi i focolai di variante Delta. Torna l’allarme in Europa.

E’ lì, sempre pronto a ghermirci, quel nemico invisibile che offusca la nostra quotidianità. Astuto, imprevedibile, muta, ma non ci abbandona e l’incubo continua. Ormai l’allarme é generale e il nuovo aspetto del #Covid spaventa tutte le Nazioni.

allarme
Covid, un nemico che non perdona

La variante #Delta, infatti, continua il suo percorso devastante e vanifica tutti i nostri sforzi, i tanti sacrifici di oltre un anno. I focolai, specie tra giovani, sono sempre più numerosi. E ormai é presente anche in molte regioni dell’Italia.

Ma, in realtà l’Europa tutta é percorsa da un nuovo brivido, mentre aumenta quel senso di sfiducia nei #vaccini che ha portato tanti a non vaccinarsi. Forse troppi. Docenti, avvocati, un po’ tutte le categorie sociali.

Ma anche tanta gente comune che nega l’esistenza stessa del virus, parlando di ‘montatura’.

Una terribile macchinazione?

Parlare con questi accaniti sostenitori della non-vaccinazione é inquietante e mette a nudo aspetti poco esaltanti di quella che chiamano società civile.

Le motivazioni del loro rifiuto sono molteplici, ma tutte riconducibili a una supposta macchinazione delle multinazionali e dei governi. Lo scopo? Conquistare i mercati con il business dei #vaccini.

allarme
Le elucubrazioni dei no vax

Un maggiore rigore

I dati che giungono da altre Nazioni preoccupano. In Russia si contano ben 752 morti in 24h, un tasso mai registrato dall’inizio della pandemia, mentre anche la Svizzera, con la sua alta percentuale di non vaccinati, desta non poche perplessità. Troppe, quindi le persone che discriminano la vaccinazione un po’ dovunque.

Sarebbe opportuno– asserisce l’economista comportamentale Gerhard Fehr in un’intervista- vietare loro l’accesso ai locali pubblici, ai teatri e ai ristoranti’.

Una misura dettata dal propagarsi del virus, grazie proprio a questi No-Vax( incuranti di ogni allarme) che potrebbe tutelare la restante parte della popolazione.

Inutile ricorrere a metodi persuasivi di fronte a tanta irresponsabilità!

Misure cautelative

Intanto, mentre si avvicina l’attesissima finale dgli Europei , che vedrà nuovamente l’Italia protagonista del bel calcio contro un’agguerrita Inghilterra, molti sindaci italiani vietano la proiezione della partita sui maxischermi.

Una scelta dettata dalle circostanze e volta a scongiurare il diffondersi dei contagi, nuovamente in ascesa. Niente maxischermo quindi all’Olimpico di Roma e neppure in piazza Duomo a Milano, ma anche in molte altre piazze italiane.

Sarà difficile però arginare il coinvolgimento emotivo e la partecipazione dei tifosi. E l’entusiasmo, in caso di vincita della nostra Nazionale, non arresterebbe di certo un nemico che, a quanto sembra, non é interessato agli agoni calcistici.

#IrmaSaracino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: