• Mer. Ott 5th, 2022

Macron si prende la scena e vola a Mosca

Macron

Il presidente francese Emmanuel Macron il 7 febbraio sarà a Mosca per incontrare Putin, mentre l’8 sarà a Kiev

E’ di poche ore fa l’annuncio ufficiale del prossimo viaggio a Mosca del presidente francese, Emmanuel Macron. All’incontro con #Putin, il 7 febbraio prossimo, farà seguito il giorno successivo il colloquio con il leader ucraino, Volodymyr #Zelensky. Obiettivo del viaggio: trovare una soluzione pacifica della crisi in #Ucraina.

Il no dell’Europa alla guerra

Sono ore frenetiche quelle che l’Europa sta vivendo, mentre incombe sempre più lo spettro di una guerra con la Russia e i suoi alleati.

Macron
La crisi in Ucraina

Al di là delle bellicose e poco diplomatiche dichiarazioni di Biden, al di là anche dell’intreccio intricato di alleanze di Putin con Cina e altri simpatizzanti, L’Europa fa fronte comune per scongiurare un conflitto che, specie in questo momento, avrebbe conseguenze devastanti.

Un conflitto che, apparentemente, sembra non essere nel mirino di Mosca, né tantomeno delle forze della Nato. Le dichiarazioni, da entrambi gli schieramenti, si susseguono infatti a ritmo serrato in un gioco perfido e mendace di presunte responsabilità.

Mosca ammassa le sue truppe al confine con l’ #Ucraina, ma dichiara di non avere alcuna intenzione di invadere il Paese. E intanto #Putin vola a Pechino, in occasione delle Olimpiadi, per rinsaldare la sua alleanza con la Cina, mostrandosi molto disponibile con l’Occidente a una soluzione pacifica della crisi.

Biden invia nuove truppe, certo di una strategia sovietica di legittimazione della propria invasione del territorio ucraino.

Insomma, un ‘guazzabuglio’ che s’intensifica di giorno in giorno, lasciando col fiato sospeso il mondo intero.

La mediazione di Macron

E, nella tensione generale, la Francia assume un ruolo di rilevante spessore, divenendo portavoce delle istanze dell’Europa.

Dopo le telefonate separate di giovedì, sia con Putin, che con il leader ucraino, arriva l’annuncio ufficiale. Il presidente francese Emmanuel Macron volerà a Mosca il 7 febbraio, mentre sarà a Kiev il giorno successivo.

Un viaggio dettato dalle attuali tensioni, ma soprattutto un tentativo estremo di risolverle. Questo in sintesi il contenuto dell’annuncio ufficiale, dato alla stampa dagli addetti dell’Eliseo.

Un compito gravoso per il presidente francese, che cercherà di persuadere il gelido Putin, nonché l’ucraino #Zelensky della necessità, per la sicurezza del continente europeo, di raggiungere un equilibrio strategico che riduca le tensioni sul terreno.

Le speranze

Così, in un clima di traballanti certezze e di effimere promesse, l’iniziativa dell’inquilino dell’Eliseo, in un ruolo che fu un tempo della Merkel, si carica di una luce nuova: quella della speranza.

#IrmaSaracino