• Ven. Mag 20th, 2022

Putin, ‘Benvenuto all’inferno’

DiIrma Saracino

Feb 13, 2022
Putin

In una dichiarazione congiunta il comandante delle forze armate ucraine e il ministro delle Difesa si sono dichiarati pronti ad affrontare il nemico. Si attendono le mosse di Putin

Ha un tono sinistro l’invito rivolto a Putin dal comandante delle forze armate ucraine, il tenente generale Valeriy Zaluzhny, e il ministro della Difesa Oleksiy Reznikov. Questi, nella giornata di ieri, hanno rotto la cortina diplomatica del silenzio, rilasciando una dichiarazione congiunta a dir poco provocatoria.

Siamo pronti ad affrontare il nemico – hanno affermato entrambi- e non con i fiori, ma con Stinger, Javelins e NLAW‘. Poi, hanno concluso con un invito esplicito : “Benvenuto all’inferno!”

Un tono ben diverso dall‘invito alla calma rivolto al popolo ucraino dal presidente Volodymyr Zelensky.

Ore di angoscia

E, mentre si intensificano gli ultimi, disperati tentativi diplomatici di una soluzione della crisi, mentre tutti gli Stati europei svuotano le proprie ambasciate a #Kiev, cresce l’ansia per quello che appare come un conflitto quasi inevitabile.

Ormai #Kiev é il luogo da cui bisogna fuggire e l’Ucraina vive la sua solitudine in un’attesa terribile. L’odore acre della guerra colpisce chiunque e anche l’ultima speranza, riposta in quella telefonata di ieri tra Putin e #Biden, sembra essersi dissolta nel nulla.

Un colloquio telefonico di circa un’ora, sul quale non é trapelato quasi niente, se non la percezione del fallimento. Il comunicato stampa della Casa Bianca infatti non ha certo incoraggiato le speranze, ma anzi ha evidenziato la determinazione di entrambi i leader.

Una guerra inevitabile?

Secondo il comunicato ufficiale infatti Biden ha sollecitato Putin a non invadere l’Ucraina perché ciò causerebbe ‘diffuse sofferenze umane’ e ha rimarcato l’impegno dell’Occidente a scongiurare il conflitto. Ma ha messo in rilievo anche come sia ‘preparato ad altri scenari’

Putin
Joe Biden

Lacunoso e vago invece il comunicato della Casa Bianca in merito alle dichiarazioni di Putin, che, secondo notizie trapelate, dopo aver telefonato a Macron, si sarebbe lamentato della posizione dell’Occidente .

Secondo il presidente russo gli Stati Uniti e la NATO non avrebbero risposto in modo soddisfacente alle richieste russe di vietare all’Ucraina di aderire all’alleanza militare. E, categoricamente, avrebbe rivolto alla NATO l’invito a ritirare le proprie forze dall’Europa orientale.

Una giornata indimenticabile

Sarà la Storia a farci capire tutta la drammaticità delle lunghe ore della giornata di ieri. Ore di tensione, ore che fanno paura, e che non preludono a niente di buono.

Secondo le infiltrazioni dell’intelligence statunitense infatti l’invasione avverrebbe mercoledì prossimo, durante lo svolgimento delle #Olimpiadi quindi.

Un abbaglio? Potrebbe Putin scontentare il suo alleato cinese, Xi Jinping, danneggiando il buon esito delle tanto sofferte #Olimpiadi di Pechino?

Tutto é da vedere.

#IrmaSaracino