• Ven. Mag 20th, 2022

Kalush Orchestra, il simbolo al di là della vittoria

DiIrma Saracino

Mag 15, 2022
kalush

Trionfa all’Eurovision 2022 la band ucraina. Tra brividi, commozioni ed esultanza, vince la voglia di riscossa di un popolo

Folla in delirio, ieri sera, al Palaolimpico di Torino al momento della proclamazione del vincitore dell’Eurovision Song Contest 2022. Trionfa la Kalush Orchestra con la canzone Stefania che non delude le aspettative dei fans, né i pronostici dei bookmaker.

La band si é imposta grazie al voto del pubblico e ha risalito la classifica scalzando il temibile rivale del Regno Unito.

Una vittoria annunciata

Bravi, musicalmente preparati indubbiamente lo sono stati, ma la vittoria di questa band ha rappresentato ieri sera più che altro il simbolo di una rinascita. E ha cavalcato l’onda del favore internazionale nei confronti di un popolo vittima di un sopruso fuori del comune.

Kalush
Scene di distruzione

Lo dimostra il voto del pubblico e lo dimostrano anche i numerosi appelli lanciati sul palco in difesa dei diritti dell’ #Ucraina.

E, nella fantastica cornice delle sfolgoranti luci del Palaolimpico di Torino, l’emozione ha raggiunto vertici inusitati quando le voci dei nostri tre conduttori hanno proclamato il vincitore.

Una #vittoria che, come messo in rilievo dal presidente Zelensky, ha rappresentato il primo step verso la riscossa di una Nazione.

Considerazioni

Nel calderone internazionale di musiche e pseudo performance canore, comunque la band si é distinta per non aver impreziosito con ‘lagne’ alla Mahmood o lavaggi di mani di tipo serbo la propria esecuzione.

Indubbiamente avrebbero meritato un piazzamento migliore gli interpreti di Armenia e Azerbaijan, ma il pubblico, si sa, é poco attento alle qualità interpretative, mentre appare più disponibile alle sollecitazioni di movenze sensuali quali quelle della cantante spagnola.

Comunque, in un momento drammatico, come quello attuale, la #musica ha levato alta la sua voce regalando emozioni, messaggi e, soprattutto solidarietà.

Kalush
Un momento intenso

E la sfolgorante parentesi italiana dell’Eurovision 2022 ha siglato ancora una volta il trionfo della bellezza e della creatività con le sue luci, le sue coreografie, facendo persino dimenticare i terribili abiti della nostra Laura Pausini. Un’offesa all’Italian Style!

#IrmaSaracino

Lascia la tua opinione