• Sab. Nov 26th, 2022

Wagner, mercenari superpagati allo sbaraglio

DiIrma Saracino

Ott 7, 2022
Wagner

Il famigerato battaglione Wagner starebbe reclutando nuovi mercenari anche tra criminali, pagandoli con cifre da capogiro

Balzato gli onori delle cronache per la sua ferocia, il battaglione Wagner ( organizzazione militare privata sostenuta dallo stato russo) sembra stia reclutando anche al di fuori della Russia.

Wagner
Il gruppo Wagner- by CRUX

Il ben noto gruppo di mercenari, attualmente impiegato in Ucraina, avrebbe subito perdite ingenti, specie sul fronte meridionale, come riferito da Middle East Eye e, inoltre, il suo rapporto con le forze militari russe non sarebbe certamente idilliaco.

Insomma un gruppo di sbandati, pronti ad uccidere per denaro, mandati allo sbaraglio!

Uccidere o morire

Tristemente noti come i #macellai di #Putin, per la scia di efferatezze compiute tra i civili, gli uomini del gruppo Wagner, fino all’inizio della guerra in #Ucraina, vantavano una consolidata esperienza militare. Ma ora sembra che le cose siano cambiate. Si cercano infatti uomini disposti a tutto. A uccidere o morire per denaro.

Indeboliti dalle ingenti perdite, reclutano ovunque. In Turchia,  Serbia, Polonia, Ungheria, Germania, Canada, Moldova e paesi dell’America Latina. E ovviamente la ricompensa stabilita raggiunge cifre da capogiro. Si parla infatti di un compenso di ben 10.000 dollari.

Reclutamento nelle carceri

Allarmante é la notizia riferita da fonti attendibili! Si pensa che Wagner abbia preso contatti anche con gruppi criminali sparsi un po’ dovunque. Dall’America Latina all’Europa.

E il reclutamento avverrebbe grazie a una rete di oligarchi russi che vivono in Europa, ovviamente per il tramite di loro intermediari.

“Sono in corso sforzi per reclutare mercenari nelle carceri dove ai prigionieri viene offerta l’amnistia e denaro per aver accettato di imbracciare le armi”, riferisce l’editoriale Middle East Eye. Una notizia che preoccupa e dà l’esatta dimensione dell’estrema crudeltà di questo conflitto.

Yevgeny Prigozhin

Fondato nel 2014 da Yevgeny Prigozhin, un oligarca molto vicino a #Putin, questo gruppo si é sempre distinto per la sua ferocia in combattimento. Ed é stato utilizzato in diverse operazioni militari russe all’estero, pagato con fondi statali prelevati da un budget speciale.

Considerato da Prigozhin, per sua pubblica dichiarazione, il fiore all’occhiello dell’eroismo russo, il ‘ battaglione dei #macellai’, é stato paragonato addirittura ai Tre Moschettieri, ai 300 Spartani, a Robin Hood. Un paragone davvero lusinghiero per questi veterani delle forze armate russe.

Ma oggi, anche questo gruppo di ‘eroi’ sembra essere allo sbando, mentre l’humus patriottico, che lo aveva caratterizzato in passato, si dissolve nella palude di chi é pronto ad uccidere in nome di una sola patria, di un solo ideale: il denaro!

#IrmaSaracino