• Sab. Giu 15th, 2024

Ricordi, emozioni, in una giornata diversa

ricordi

Giornata ricca di emozioni, di ricordi, quella di ieri, per commemorare una figura carismatica della nostra città

Tanti i momenti ricchi di intensità emotiva nella giornata di ieri che ha visto protagonista un personaggio scomparso improvvisamente il 30 maggio dello scorso anno : Mimmo Martucci. Leader indiscusso dei diritti degli omosessuali, e non solo, Mimmo ieri è rivissuto nei ricordi di quanti lo hanno conosciuto e che, consci di una eredità ideologica ricevuta da lui,  porteranno avanti iniziative utili alla salvaguardia dei diritti  umani.

Non solo il ricordo

Tante, dunque, le iniziative, di imminente realizzazione, tra le quali spicca , nella giornata del prossimo 6 luglio, The Human Pride.

Un nuovo volto quindi  per il Pride che aggregherà tutti coloro i quali vogliano far sentire la loro voce. Gli emarginati, le vittime di un sistema che ancora risulta deficitario nella tutela dell’identità di genere, ma anche quanti faranno propria  la rivendicazione dei diritti dell’uomo

I momenti della giornata

Tutto ha avuto inizio da un luogo di aggregazione degli anni ’70, Piazza della Vittoria. E, come in quegli anni ideologicamente turbolenti, ma ricchi di speranze e di voglia di cambiamento, il punto di riferimento è stata una panchina colorata di arcobaleno.

Una semplice panchina che è stata luogo di incontro, ma anche punto di partenza per un inno all’amore per i tanti presenti. I testi recitati con straordinaria bravura da Donato Alba e da Giuseppe Alemanno hanno infatti toccato le corde più profonde della sfera emozionale di ciascuno di noi.

Poi, il silenzio ha dato voce all’emozione.

La fase del ricordo

Nella suggestiva cornice della città vecchia, in un locale che i benpensanti definirebbero alternativo, il dott Bruno Matacchieri, con una semplicità espositiva davvero toccante, ha ricordato i momenti vissuti, sotto il profilo dell’operosità sociale, con Mimmo.

Il dott. Matacchieri in un momento del suo racconto

Il suo racconto, pacato, mentre le immagini scorrevano alle sue spalle, ha aperto squarci di una realtà spesso intransigente nei confronti dell’identità di genere. E gli editoriali del passato si sono fusi con una narrazione scevra da retoriche.

Tante, infatti, le difficoltà, ma tanti i risultati ottenuti.

A corredo di questo racconto di vita e di lotta sociale, sono seguiti filmati che hanno evidenziato il potere carismatico e di aggregazione di Mimmo. Un uomo inarrestabile, sempre pronto alla lotta. Un uomo che dava spazio e concretezza agli ideali.

A conclusione delle serata, la proiezione  del film di Almodovar:” Tutto su mia madre” ha rappresentato un valore aggiunto. Un ulteriore messaggio verso il proseguimento di un percorso di vita che è e deve essere azione.

ricordi
Il sorriso di Mimmo

E Mimmo, col suo sorriso indimenticabile, ha levato con noi, ancora una volta, quel calice che è un inno alla vita, un inno all’amore per gli altri, per tutti

Un messaggio dunque di grande spessore, non solo ancorato ai ricordi, ma che ci spinge a ritornare a credere e a lottare per la concretizzazione di quegli ideali che, mai come ora, appaiono così lontani.

#IrmaSaracino