Segnala a Zazoom - Blog Directory

Il triangolo delle Bermuda, l’enigma continua

Chiamato anche ‘il triangolo del diavolo’ è uno dei luoghi più misteriosi della terra. 

Misteriose sparizioni di navi ed aerei hanno fatto di questo tratto dell’Oceano Atlantico, detto anche il triangolo maledetto, uno dei luoghi più densi di fascino del globo. E su di esso, a partire già dal 1881, si è incentrato l’interesse di scienziati, ufologi e studiosi del paranormale.

Un triangolo immaginario quindi tra Miami, le #Bermuda e Puerto Rico custodirebbe un #segreto invalicabile. Un segreto che, negli ultimi tempi,  sarebbe stato spiegato alla luce di dati scientifici o almeno ritenuti tali.

triangolo
Il misterioso triangolo


Karl Kruszelnicki, noto giornalista scientifico australiano, nel corso di un’intervista, ha infatti dichiarato che le tante sparizioni sarebbero da imputare alle pessime condizioni metereologiche dell’area in questione, dove confluiscono numerose correnti. 


Queste creano, sempre secondo la sua ipotesi, delle improvvise onde anomale superiori ai 15 m. di altezza, in grado di inghiottire qualsiasi imbarcazione. 

Ineccepibile la sua spiegazione, ma non si comprende come, specie con i mezzi attuali, non sia mai stata trovata alcuna traccia nè delle navi, nè degli equipaggi scomparsi.

Le origini del mito

Quando nel 1881 il capitano della nave Ellen Austin avvistò una nave che stava andando alla deriva, ordinò ad alcuni uomini del suo equipaggio di salirvi a bordo.

triangolo
Nave alla deriva

La nave era deserta e le scialuppe di salvataggio erano a bordo. Subito dopo calò una sottile nebbia e, al suo diradarsi, il capitano scoprì che anche i suoi uomini si erano dissolti nel nulla.


Volle ripetere l’azione inviando altri uomini, ma la nebbia avvolse nuovamente la nave. Ed anche questa volta degli uomini nessuna traccia.


Da allora le sparizioni si sono susseguite senza alcun segnale di allarme, nè da parte di navi, nè da parte di aerei. Tutti misteriosamente scomparsi.

Le ipotesi

Numerose le ipotesi dei tanti amanti del mistero. Una porta dimensionale? La presenza di #alieni?

Ma l’ipotesi più affascinante è quella della  dott.essa Verlag. In realtà si troverebbe al di sotto del Triangolo una piramide di cristallo, di enormi dimensioni, mai trovata dagli scienziati.

Questa sarebbe da collegare ai segreti custoditi nel centro delle piramidi egizie. E rappresenterebbe la prova di un intervento alieno .

triangolo
Alieni e il mare

Una tesi affascinante, che soddisfa le convinzioni di quanti sostengono con fermezza l’esistenza degli Ufo

Ma le ipotesi dovrebbero essere suffragate da prove attendibili per l’acquisizione di quelle certezze che, a tutt’oggi, nessuno ha.

#IrmaSaracino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: