• Ven. Mag 20th, 2022

Angeli e demoni nella guerra Russia-Ucraina

angeli e demoni

Ci sarebbe un vero braccio di ferro tra angeli e demoni in questa guerra così crudele.

Il #bene, il male, l’antitesi perenne nella vita dell’uomo, trovano spazio e concretezza nella dimensione efferata di questo conflitto. Un conflitto che si configura come una vera #guerra tra angeli e demoni. Una dimensione surreale , di sapore medievale che comunque lascia annichiliti.

angeli e demoni
Il braccio di ferro tra bene e male

Una dimensione nuova

Tutto é nuovo in questa #guerra che stupisce sempre più per i suoi toni, i suoi contorni, ma soprattutto per le sue motivazioni o pseudo tali.

Si spazia infatti dalla corruzione dei costumi occidentali al satanismo ed entrano in campo anche le forze magiche dell’occultismo a proteggere i paladini di questa guerra ‘santa’. Sì perché nella propaganda di Putin, basata sulla disinformazione e l’ignoranza, si fa leva anche su una presunta lotta all’Anticristo, ovviamente di nazionalità ucraina.

Una vera e propria rassegna di assurdità e retoriche religiose di nostalgico tono medievale. Retoriche che trovano nel discusso e discutibile patriarca Kirill il loro divulgatore.

Entrano in campo gli esorcisti

E, come é d’obbligo, in un conflitto del genere, non possono mancare all’appello le forze del #bene. Le sole che possano confliggere con il male.

Chi, dunque, se non un esercito di guerrieri armati di croce e rosario può affrontare #satana e i suoi demoni?

La risposta é scontata. Sono loro infatti, gli esorcisti, ad essere scesi in campo per sconfiggere lui, il nemico perenne che avrebbe trovato in Putin terreno fertile.

Un’iniziativa fuori del comune

L’iniziativa è partita da un prete di Leopoli, nato nel Donetsk, catturato nel 2014 delle forze separatiste.

Padre Tykhon Kulbaka, sul suo profilo Facebook, ha dichiarato infatti di aver avviato un rituale di esorcismo su Putin, al fine di liberarlo dalla seduzione di #Satana. Il sacerdote poi, il 25 febbraio scorso, ha informato della cosa il Religious Information Service ucraino ( con sede all’Università Cattolica di Leopoli).

Padre Kulbaka ha decritto dettagliatamente le caratteristiche del rituale, dichiarandosi certo della possessione demoniaca dello zar russo.

Il rituale

Ogni giorno, padre Tykhon recita, assieme ad altri religiosi, in una sorta di rete, i riti previsti, invocando San Michele Arcangelo e avviando un esorcismo a distanza.

Ma, almeno fino a questo momento sembra che le influenze malevole delle streghe di Putin stiano prevalendo.

Certo l’operazione militare dello zar procede con difficoltà e le perdite sono ingenti, ma non viene meno la determinazione satanica del ex spia del KGB di portare a compimento ‘i suoi obiettivi’

Lo scontro quindi si protrae e, a giudicare dai crimini commessi dai russi sul campo e sui civili, sembra proprio che #satana e il suo esercito di demoni stiano avendo la meglio.

Non bisogna disperare però. E attendiamo con ansia l’esito di questa lotta spietata tra angeli e demoni, nella speranza di quel paradiso in questo momento negato all’uomo.

#IrmaSaracino